L’itinerario ciclabile del lungomare FVG 2

Il percorso, della lunghezza di circa 7 chilometri (solo andata) della durata complessiva di poco più di un’ora (andata e ritorno), completamente pianeggiante, consente di ammirare alcuni degli ambienti più suggestivi del Friuli Venezia Giulia.

Il punto di partenza è Riserva naturale Valle Cavanata. Raggiunta la Riserva dalla strada provinciale Monfalcone-Grado, si possono parcheggiare le automobili e noleggiare gratuitamente presso il Centro Visite una bicletta con quale percorrere la strada asfaltata che costeggia il canale Averto (via Averto) e che conduce all’argine oltre il quale c’è il mare.

Da questo punto si gira a sinistra e si segue la strada bianca che costeggia il rilevato (via Canéo), ma è consigliabile approfittare delle scalinate in cemento (ve ne sono sette in tutto) per salire sull’argine e dare uno sguardo al panorama sul golfo di Trieste: nelle giornate limpide si vede bene la costa istriana.

A un certo punto del percorso si incontra una zona con pioppi abbastanza alti chiamata Lido delle Conchiglie, area sabbiosa in cui è possibile approfittare per una piacevole sosta. Proseguendo sempre per la strada lungo l’argine si giunge alla località Canéo, chiamata così proprio per la presenza di un fitto canneto, e quindi a un villaggio di pescatori situato in località Punta Sdobba, alla foce del fiume Isonzo.

Da qui si ritorna al parcheggio inziale sempre per la stessa strada ciclabile, che prosegue avanti fino Grado.